Pescara: non palpeggiò la sedicenne, assolto un dentista

giustizia

Pescara: non palpeggiò la minorenne , assolto un dentista. Il professionista scagionato in appello  L’Aquila.

Pescara: non palpeggiò la minorenne , assolto un dentista. L’odontoiatra pescarese Pierluigi De Tullio è stato scagionato  dalla Corte d’Appello de L’Aquila,  con formula piena, perchè il fatto non sussiste. In primo grado era stato condannato dal tribunale di Sulmona a quattordici mesi per molestie sessuali che secondo l’accusa erano avvenute nel suo studio professionale di Pratola Peligna.I fatti risalgono al 2008 quando il dentista venne accusato da una paziente minorenne di averla palpeggiata e di averle rivolto frasi a sfondo sessuale. L’odontoiatra l’aveva più volte esortata a togliere un piercing che le aveva provocato una infezione mentre portava nel cavo orale anche un apparecchio odontoiatrico. le sollecitazioni erano state fraintese dalle ragazza come hanno riferito ai giudici la segretaria del dentista ed una paziente che avevano assistito ai dialoghi tra i due.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Pescara: non palpeggiò la sedicenne, assolto un dentista"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*