Pescara, mare inquinato, trovato lo scarico abusivo a Fosso Vallelunga

Balneazione PescaraPescara-divieto-balneazione

A Pescara per il mare inquinato c’è cauto ottimismo sul miglioramento dei valori a Fosso Vallelunga: dopo l’individuazione di uno scarico abusivo, il sindaco firma ordinanza temporanea di divieto di balneazione.

Dopo i cartelli sul lungomare nord dalla Madonnina fino a Via Regazzi del ’99, c’è il concreto rischio che a Pescara il divieto di balneazione faccia la sua comparsa, almeno inizialmente anche nella zona di Fosso Vallelunga. I valori del più recente campionamento del 22 aprile attestano un valore di 1445MPN/100ml, ben oltre la soglia minima, già superata nei due giorni precedenti. Se il risultato dovesse essere confermato nelle analisi del 24 aprile, e non ancora rese note, scatterà il divieto.

Traspare comunque l’ottimismo per il miglioramento della situazione a medio termine, alla luce della scoperta di almeno una delle concause dell’inquinamento nella zona. Si tratta di uno scarico di acqua piovana trasformato in una fogna da un allaccio abusivo, scoperto grazie alla segnalazione dei due ex assessori comunali Armando Foschi e Berardino Fiorilli. L’intervento di ripristino è stato già effettuato e si spera che -assieme alla riparazione della condotta dell’Aca avvenuta nella zona la scorsa settimana, possa contribuire a migliorare la situazione nel tratto di mare al confine tra Pescara e Francavilla. In tempo per scongiurare i primi cartelli? Forse no. ma con un po’ di pazienza…
E il sindaco Marco Alessandrini, in tarda mattinata, ha firmato un’ordinanza temporanea di divieto di balneazione riguardante il punto di campionamento di Fosso Vallelunga. I diversi sopralluoghi svolti congiuntamente da tecnici del Comune e dell’ACA hanno evidenziato uno sversamento di acque reflue in una condotta che era invece di acque bianche che si immetteva nel Fosso Vallelunga.
L’Arta in data odierna, facendoci pervenire l’esito dell’ultimo campionamento sul punto di Fosso Vallelunga, ha anche comunicato che ha proceduto a effettuare un nuovo prelievo il cui esito sarà disponibile entro 48 ore.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pescara, mare inquinato, trovato lo scarico abusivo a Fosso Vallelunga"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*