Pescara: maltrattamenti in famiglia, arrestato nigeriano

poliziapolizia

A Pescara per maltrattamenti in famiglia arrestato un nigeriano di 44 anni che picchiava la moglie davanti ai bambini

Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato stamani a Pescara il nigeriano O. J. per il reato di maltrattamenti in famiglia. Già ieri sera una Volante era intervenuta per una segnalazione pervenuta al 113 su una violenta lite in famiglia, con presenza di minori. Gli agenti hanno notato in strada una donna spaventata che chiedeva aiuto, con in braccio una bambina di pochi mesi. Saliti nell’appartamento gli agenti si sono trovati di fronte ai vari locali messi a soqquadro, un vetro infranto, varie tracce ematiche e la presenza di un secondo bimbo in camera da letto. La donna ha dichiarato di essere stata picchiata dal marito e minacciata con un pezzo di vetro, e che l’uomo percuoteva anche la figlia di pochi mesi.
Successivamente, accompagnata al pronto soccorso, la vittima ha raccontato che in passato sia lei che i figli erano stati percossi più volte dal marito, e ha sporto querela nei confronti dello stesso. I sanitari, a seguito di visite mediche, hanno emesso una prognosi di 10 giorni per la donna e di venti giorni per la minore di pochi mesi. Per quanto sopra esposto l’uomo stamani è stato arrestato e condotto in carcere.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pescara: maltrattamenti in famiglia, arrestato nigeriano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*