Pescara: la polizia arresta un Romeno e un Pinetese

La polizia ha arrestato a Pescara un cittadino romeno ricercato per furti e un Pinetese pluripregiudicato, contravventore alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Nel pomeriggio di ieri la polizia è intervenuta in via Venezia a Pescara, dove Ionut Marian Ionita, Romeno di 21 anni stava mettendo a segno un furto. Il giovane, che aveva già occultato in una borsa alcuni profumi per un valore di circa 65 euro, è risultato essere ricercato: a suo carico un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dall’autorità giudiziaria di Pescara per numerosi reati contro il patrimonio. Il 21enne è stato pertanto accompagnato in carcere dalla polizia.

Intorno alle ore 23 il personale della squadra volante hanno inoltre rintracciato nei pressi del complesso residenziale denominato “Ferro di cavallo”, Renato Di Zio, 32enne residente a Pineto, contravventore alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, disposta dall’autorità giudiziaria di Teramo, che gli imponeva di non frequentare pregiudicati, di non allontanarsi dal proprio Comune senza preavviso alla locale autorità e di farvi rientro non oltre le ore 22 di sera. Il 32enne era già stato denunciato per violazione di tali obblighi, che gli erano stati imposti per diversi precedenti di polizia. L’uomo è stato arrestato per contravvenzione alla misura di prevenzione e condotto in carcere.

Sii il primo a commentare su "Pescara: la polizia arresta un Romeno e un Pinetese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*