Pescara, Knock out game sulla riviera, due ragazzi pestati

A Pescara lo Knock out game prende di mira due ragazzi durante la notte bianca. La polizia indaga sull’assurdo pestaggio

Ancora una aggressione alla cieca, senza motivo, a Pescara. Stavolta l’episodio si è verificato al termine della “notte bianca” tra domenica e lunedì, quasi all’alba. Ad essere presi di mira, sulla riviera Nord, due giovani di Penne  di 28 e 18 anni, che stavano andando a riprendere l’auto parcheggiata all’altezza dello stabilimento “Il Moro”. I due malcapitati sono stati circondati da 4 ragazzi, che li hanno aggrediti a calci e pugni in faccia e sul collo. Uno dei giovani aggrediti è riuscito a chiamare il 113 prima che il pestaggio degenerasse ulteriormente. Quando la Polizia è arrivata, il quartetto si era già dato alla fuga. Ma le indagini sono in corso con l’ausilio dei filmati delle videocamere degli stabilimenti, ed il racconto delle vittime del pestaggio, che se la caveranno con una prognosi dai 10 ai 25 giorni.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

1 Commento su "Pescara, Knock out game sulla riviera, due ragazzi pestati"

  1. NON fate titoli simili: e NON chiamatelo “game”: chiamatela AGGRESSIONE.
    I ragazzini oggi sono fuorviati ANCHE da questo stupido uso dell’inglese: e più in generale dalla subcultura anglosassone, dalla quale insieme alle “mode” alcoliche (“binge-drinking”, “pub-crowling”, “balconing”) provengono anche questi deprimenti fenomeni urbani.
    NON è un “game”, NON è un gioco, è un REATO. Un reato GRAVE. Che un nonnulla può trasformare in tragedia. Ed anche la stampa deve recuperare il suo senso di responsabilità, affinché questo paese istupidito e imbarbarito da 70 anni di americanismo e bullismo sociale recuperi la sua umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*