Pescara: in consiglio senza ciabatte e T-shirt offensive

Municipio-Pescara

Pescara: in consiglio senza ciabatte e T-shirt offensive. Le nuove regole in una delibera proposta all’attenzione dell’assise civica dal presidente Antonio Blasioli .

Pescara: in consiglio senza ciabatte e T-shirt offensive. In aula non potranno entrare politici che indossano ciabatte da mare o magliette con scritte offensive. Il presidente dell’assemblea Antonio Blasioli inserisce, nero su bianco, queste nuove regole e in una  apposita delibera che ora dovrà essere esaminata dal Consiglio comunale. Inutile dire che si è già aperto il dibattito dei pro e contro. il provvedimento. La decisione nasce in seguito alla consolidata abitudine di qualcuno ad indossare ciabatte durante i lavori del consiglio , sia in inverno che in estate,  mentre ,per quanto riguarda le Tshirt con scritte offensive, è ancora ben vivo il ricordo delle polemiche scaturite in seguito alla delibera sull’inquinamento del mare emessa dal sindaco Marco Alessandrini che portò i consiglieri di opposizione ad  indossare in aula lo scorso settembre magliette con la scritta che invitava il primo cittadino a dimettersi. Nella seduta odierna il Movimento 5 stelle e il centro destra annunciano battaglia con la presentazione di osservazioni. Un proverbio diceva che l’abito non fa il monaco …ma i politici ,  in verità,  di monacale ( a parte alcune  eccezioni)  hanno ben poco.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Pescara: in consiglio senza ciabatte e T-shirt offensive"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*