Pescara: barriere architettoniche, abbatterle è un dovere

barriere-architettoniche

Pescara: Regione Abruzzo e associazione Carrozzine Determinate insieme per superare le barriere architettoniche.

Claudio Ferrante, presidente dell’associazione, e Donato Di Matteo, assessore regionale ai lavori pubblici hanno illustrato in conferenza stampa la nuova graduatoria della legge 13/89 sulle disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. Grazie a 3 milioni e 700 mila euro di fondi regionali, stanziati dall’assessore Di Matteo, chiunque si trovasse a dover affrontare delle spese per rendere fruibile e vivibile un’abitazione privata oppure un ufficio potrà presentare apposita domanda presso il Comune di residenza entro la data del 1° marzo e attingere, se la pratica viene accolta, a questo ‘fondo’ significativo e vitale per molti diversamente abili. L’entusiasmo, per questa ennesima battaglia vinta, che abbiamo colto sul viso di Claudio Ferrante racconta di tante famiglie abruzzesi che davvero hanno sperato in questo concreto aiuto economico per troppi anni negato, in Abruzzo come in molte altre piccole e grandi realtà italiane.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Pescara: barriere architettoniche, abbatterle è un dovere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*