Parcheggi Teramo: braccio di ferro Tercoop-Comune

Parcheggi: a Teramo continua il braccio di ferro tra Tercoop e Comune. Indagini della Procura.

Dall’inchiesta avviata dalla Procura di Teramo sulla lunga e illegittima proroga per la gestione dei parcheggi a pagamento, la Tercoop fa sapere di “non avere nulla da temere perché il prolungamento del contratto, ben oltre i tempi consentiti dalla legge, ha danneggiato in modo grave la cooperativa sociale” che ha in gestione la maggior parte dei parcheggi a pagamento della città. Nonostante siano passati ormai diversi anni ancora non si è arrivati ad una soluzione definitiva del problema da parte del comune di Teramo.
Ad innescare l’indagine un esposto del Movimento Cinque Stelle, che ha spiegato come ”
Dal 2012 ad oggi, dopo ben 5 anni di proroga in assenza di qualsivoglia atto amministrativo giustificativo, una gara non è mai stata effettuata, andando a creare una gravissima ipotesi di illegittimità, in violazione di ogni principio stabilito dal Codice degli Appalti. L’illegittimità della situazione è stata più volte denunciata ai vertici politici sia durante i Consigli comunali, sia durante del Commissioni consiliari ma, tali appelli, sono stati palesemente ignorati”. Di qui l’esposto e ora le indagini giudiziarie.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Parcheggi Teramo: braccio di ferro Tercoop-Comune"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*