Rocca San Giovanni: “padre ferisce il figlio con il cric”

carabiniericarabinieri

Lite in famiglia a Rocca San Giovanni: padre ferisce il figlio alla testa con il cric, secondo i carabinieri

Sono i carabinieri della Compagnia di Ortona a condurre le indagini per l’episodio avvenuto ieri pomeriggio in contrada Vallevò di Rocca San Giovanni: in ospedale è finito un 50enne del posto A.D.A., per le conseguenze di un trauma cranico. Le accuse sono cadute sull’anziano padre dell’uomo, che vive in casa con la famiglia del figlio. Sarebbe stato lui a colpirlo più volte violentemente alla testa con un cric al culmine di una lite. Ricoverato in ospedale a Lanciano, l’uomo vittima dell’aggressione era ancora cosciente e per fortuna non avrebbe riportato conseguenze neurologiche, dai primi esiti di una TAC. Egli stesso ha attribuito il copioso sanguinamento al capo ad una caduta accidentale, ma le lesioni non sono parse ai medici compatibili con questa ricostruzione dei fatti. Di qui l’avvio delle indagini dei carabinieri, i cui sospetti sono ricaduti sul padre. Dalla prognosi delle ferite (superiore o meno ai 20 giorni) dipenderà se la denuncia al presunto aggressore scatterà d’ufficio da parte dei militari o sarà necessaria la querela da parte del figlio.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Rocca San Giovanni: “padre ferisce il figlio con il cric”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*