Ortona, incrocio SS16. L’Anas diserta la riunione

Vertice in Comune a Ortona sull’ incrocio della SS16 a San Pietro. Per renderlo meno pericoloso studiate tre ipotesi. Ma l’Anas non si è presentata alla riunione.

L’incontro è stato voluto dall’amministrazione comunale, a seguito delle segnalazioni di consiglieri e assessori, a loro volta stimolati dai residenti della zona, che denunciano l’estrema pericolosità dell’incrocio. Si tratta di un punto della SS16 nel quale il limite di velocità viene sempre eluso dagli automobilisti, e dove le immissioni dalle strade da San Pietro e San Tommaso sono caratterizzate da scarsa visibilità, trattandosi peraltro di un tratto in curva e con un dosso. Nella zona già diversi gli incidenti che si sono verificati in passato.

La riunione in Comune si è comunque svolta, e sono state ipotizzate tre soluzioni alternative: una rotatoria dal diametro ampio, una rotatoria ellittica (che limiterebbe meno il flusso di traffico sulla statale) oppure -quella meno costosa- un impianto semaforico con le telecamere per scoraggiare l’alta velocità. Il verbale dell’incontro è stato spedito alla Prefettura e all’Anas (che non vi ha partecipato), e presto si terrà una riunione nella quale sarà presa la decisione sullo specifico intervento da realizzare.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Ortona, incrocio SS16. L’Anas diserta la riunione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*