Ortona: il dragaggio e l’appalto doppione

porto-ortona

Ortona: il dragaggio e l’appalto doppione… Il comitato del porto lancia l’allarme: così si presta il fianco ai ricorsi.

L’inconveniente, il doppione, è la gara d’appalto indetta dal Provveditorato alle opere pubbliche per una superficie di dragaggio che, se appaltata, rischia di sovrapporsi all’area già oggetto di dragaggio appaltato su gara europea all’associazione temporanea di impresa Dragaggi, composta dalle società Mari Ter, Dragaggi e Sapir Engineering, per un importo di 9 milioni e 350 mila euro.

L’appalto bis prevede invece un importo di 500 mila euro che potrebbe far sorgere problemi di conflittualità sulla superficie da dragare, aprendo spiragli ad eventuali ricorsi.

Ad avvisare il Comune di Ortona è stato il comitato porto. Anche la Regione è stata informata, per il tramite di Camillo D’Alessandro, consigliere regionale con delega ai trasporti, e ha provveduto a convocare una riunione straordinaria per questa mattina per fare chiarezza sull’accaduto.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Ortona: il dragaggio e l’appalto doppione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*