Ombrina: Rockhopper chiede danni all’Italia?

no-ombrina

Ombrina: dopo lo stop definitivo alle perforazioni di Ombrina2 al largo della costa teatina, la Rockhopper Exploration potrebbe avanzare una richiesta di risarcimento nei confronti dell’Italia.

Una possibilità prevista dai trattati internazionali sulla protezione degli investimenti stranieri e dal processo di arbitrato del trattato sulla carta dell’energia.

La compagnia petrolifera inglese, titolare della concessione Ombrina Mare 2, potrebbe dunque chiedere i danni dopo il blocco definitivo delle perforazioni al largo delle coste teatine.

Aumentano intanto le pressioni sul governo, affinché il referendum contro le trivelle sia accorpato alle amministrative.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Ombrina: Rockhopper chiede danni all’Italia?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*