Nuovo stadio di Pescara: ecco il progetto (Sovrintendenza permettendo…)

Studio di fattibilità per il nuovo stadio di Pescara, le anticipazioni. Il nuovo “Adriatico Cornacchia” sarà completamente coperto, senza barriere. Ma la sovrintendenza….

Anche il presidente della Regione Luciano D’Alfonso ha partecipato alla riunione ieri in Comune con il sindaco Marco Alessandrini, il vice sindaco Enzo Del Vecchio l’assessore allo Sport Giuliano Diodati, il presidente della Lega Calcio B, Andrea Abodi, e il presidente della Pescara Calcio Daniele Sebastiani.

Entro il mese prossimo sarà pronto lo studio di fattibilità, volto ad ottenere l’interesse pubblico tramite la conferenza di servizi che avvia l’iter della legge nazionale sugli impianti sportivi. Durante l’incontro sono stati mostrati i piani architettonici dell’intero progetto e la prima bozza di rendering della struttura.

“Sarà uno stadio interamente coperto, senza barriere, con degli standard di sicurezza elevatissimi e con l’ausilio di tecnologie che permetteranno ai tifosi di partecipare attivamente agli eventi sportivi”, ha detto il Sindaco Alessandrini.

I COSTI – Oggi il costo annuo dello stadio a carico della collettività è pari ad oltre 1 milione di euro. Con il progetto sarà richiesto un investimento privato di oltre 40 milioni di euro, a costo zero per la Pubblica Amministrazione.

IL PROGETTO – La struttura a cui stanno lavorando i tecnici di B Futura (la società specializzata della Lega) sarà conforme ai più moderni standard Uefa Euro 4, potendo quindi accogliere tutti i tipi di manifestazioni internazionali ed elevando così il livello non solo del confort e dei servizi ma anche degli eventi. Sarà uno stadio intelligente, previsto principalmente per il calcio, ma potrà accogliere anche manifestazioni, concerti, appuntamenti di varia natura. Sono previsti anche parcheggi al servizio della struttura, saranno circa mille posti, fruibili dalla comunità a prescindere dalle attività dello stadio.

LA SOVRINTENDENZA – Resta da superare un problema, però. Lo Stadio Adriatico, realizzato nel ’52 da Piccinato, è architettonicamente un bene tutelato tra le “architetture eccellenti” d’Abruzzo. Arriverà il nulla osta dalla Sovrintendenza? Visti i precedenti sul Ponte del Cielo, e’ d’obbligo… la prudenza.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Nuovo stadio di Pescara: ecco il progetto (Sovrintendenza permettendo…)"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*