Pioggia? Ecco puntuale il divieto di balneazione a Pescara

Nuovo divieto di balneazione a Pescara firmato oggi dal sindaco Alessandrini, a causa della pioggia e a seguito della comunicazione ACA sull’attività di depurazione

Non che qualcuno si fosse voluto azzardare a fare un bagno oggi… ma -per togliere ogni tentazione- è tornato il  divieto temporaneo a Pescara, che segue l’iter fissato dalla Regione nei casi in oggetto.

“Puntualmente, con l’arrivare delle piogge, il sistema fognario e depurativo della città, com’è ormai a tutti noto va in tilt, con la conseguenza che gli impianti sversano, come da comunicazione ACA, reflui direttamente nel fiume – spiega il vice sindaco Enzo Del Vecchio – E’ il ripetersi di una situazione insostenibile per il sistema ambientale ed economico del nostro territorio”

La risposta, spiega il Comune, consiste in una serie di interventi possibili con le risorse messe a disposizione dalla Regione per costruire un nuova nuova filiera della gestione delle acque, bianche e nere e con la costruzione di un nuovo depuratore. Nella scia di questi progetti si inseriscono anche gli interventi riguardanti il Piano Regolatore Portuale. Su questo fronte oggi riunione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, riconvocato per il prossimo 26 settembre “per consentire” -spiega la nota del Comune- “l’ulteriore illustrazione da parte dei soggetti interessati e arrivare a una decisione al più presto che consenta di procedere all’approvazione e agli interventi sulla diga foranea, contenuti nel Piano ”.

Scarica l’ordinanza

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pioggia? Ecco puntuale il divieto di balneazione a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*