Nuova inchiesta sulla discarica Santa Lucia a Sulmona

????????????????????????????????????

La Procura ha aperto un’altra inchiesta sulla bomba ecologica della discarica Santa Lucia a Sulmona. Sui terreni ai piedi del Morrone depositate 2500 tonnellate di rifiuti anche pericolosi

Il nuovo fascicolo aperto dalla Procura peligna è al momento contro ignoti. Tra gli obiettivi dell’inchiesta, che comporterà nuove perizie, c’è anche quello di verificare lo stato di contaminazione nell’ambiente determinato da una “bomba ecologica” innescata a due passi dal Morrone ormai da 15 anni. Tra i materiali trovati all’interno della discarica anche sostanze altamente pericolose per la salute, come cadmio e antimonio. La situazione è rimasta irrisolta, ed anzi negli anni ha preso ad aggravarsi ulteriormente, in quanto si è continuato a gettare rifiuti nonostante il sito sia stato transennato. Proprio a questo proposito il sindaco di Sulmona Annamaria Casini ha firmato una nuova ordinanza che intima al proprietario del terreno la società “Ambiente” (precedentemente operativa su quel sito) la rimozione e la bonifica di 1500 metri quadrati di rifiuti. Purtroppo l’esecuzione non sarà delle più facili: il proprietario del terreno risiede in Francia, mentre l’ex gestore non ha ancora fatto riscuotere al Comune l’importo di una precedente condanna. Infine c’è la causa intentata da un proprietario adiacente ai rifiuti, la cui abitazione è stata gradualmente “sommersa dai rifiuti”: i danni li ha chiesti proprio…al Comune. (Foto Maria Trozzi “Report-age”)

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Nuova inchiesta sulla discarica Santa Lucia a Sulmona"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*