No Terna, sit in ad oltranza

No-Terna.sit-in-ad-oltranza

No Terna, sit in ad oltranza. Dopo la protesta di ieri è andata avanti per tutta la notte la protesta davanti alla Prefettura di Chieti del Comitato spontaneo coordinamento no elettrodotto Villanova – Gissi.

Il sit in era iniziato ieri mattina. Il Comitato aveva chiesto e ottenuto un incontro con il Prefetto di Chieti  al quale aveva illustrato tutte le criticità ed incongruenze del progetto stesso comprese le irregolarità nelle procedure di autorizzazione, le omissioni di controllo, le verifiche e le pericolose conflittualità verificatesi durante le discutibili modalità di immissione in possesso ed esproprio dei terreni da parte dei funzionari Terna. Inoltre erano stati richiesti chiarimenti e soprattutto garanzie in previsione dei prossimi espropri in programma il 22 e 29 settembre per evitare che possano ripetersi (a detta del Comitato) “prepotenze e aggressività” come in precedenza.

“Chiarimenti e garanzie che non sono arrivati e pertanto si è deciso di mantenere un presidio permanente finché non saranno presi impegni precisi. Proseguiremo la protesta ad oltranza” – hanno fatto sapere dal Comitato.

 

Sii il primo a commentare su "No Terna, sit in ad oltranza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*