Montesilvano: lungomare, pista ciclabile pericolosa?

A Montesilvano dito puntato contro il tratto di pista ciclabile del progetto “bike to coast”: sotto accusa ci sarebbero alcuni errori di progettazione che renderebbero pericoloso il percorso sulla riviera.

A lanciare il grido d’allarme è l’architetto Giuseppe Di Giampietro, che si scaglia contro la riduzione dei parcheggi e dello spazio per i pedoni  e contro le barriere architettoniche nel cantiere di via Aldo Moro che, inserito nel progetto “bike to coast”, finanziato dalla Regione, costituirà una parte dei totali 131 chilometri di pista ciclabile che si snoderà lungo la costa abruzzese, collegando San Salvo a Martinsicuro.

L’architetto Di Giampietro si scaglia soprattutto contro la mancata pubblicazione del progetto prima della sua realizzazione, cosa che avrebbe consentito a cittadini e portatori di interesse di presentare osservazioni e suggerimenti.

I lavori intanto vanno avanti anche con l’apertura di nuovi cantieri che collegheranno i vari tratti ciclabili già esistenti per dare continuità al progetto.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Montesilvano: lungomare, pista ciclabile pericolosa?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*