Montesilvano: lotta del Comune alla pubblicità abusiva

montesilvano-lotta-comune-pubblicità-abusiva

A Montesilvano la lotta del Comune alla pubblicità abusiva e alla cartellonistica fuori legge va avanti con provvedimenti volti a ripristinare la legalità e il decoro urbano in città.

Sono 15 gli impianti non a norma, rimossi dal territorio comunale, di cui 11 eliminati autonomamente dalle ditte e le restanti 4 dalla Clama, l’azienda incaricata della rimozione dal Comune. Si tratta di cartelloni abusivi formato 6×3 che facevano bella mostra di sé sul territorio comunale: in via Cavallotti, in zona lungofiume, vicino alla circonvallazione; in via Chiarini, in corrispondenza del sottopasso di via Aldo Moro nei pressi del Porto allegro; in via Verrotti; su corso Umberto e in via Vestina.

Da palazzo di città intanto sono partite le notifiche previste dalla legge in materia di cartellonistica abusiva, con tanto di sanzione pari a 4mila euro per ciascun impianto.

Già lo scorso 26 agosto il Comune, capitanato dal sindaco Francesco Maragno, aveva pubblicato un bando per affidare a un’unica ditta la gestione di impianti pubblicitari in concessione per 9 anni. Ieri la scadenza del bando a cui hanno risposto due ditte; oggi l’apertura delle buste.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

1 Commento su "Montesilvano: lotta del Comune alla pubblicità abusiva"

  1. il bando riguarda solo gli impianti di servizio e arredo urbano, pertanto non sono in alcun modo correlati agli impianti pubblicitari in fase di rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*