Montesilvano: carabinieri speronati finiscono in ospedale

carabinieri-notte11

A Montesilvano due carabinieri speronati da una Fiat Punto a cui avevano imposto l’alt la notte scorsa

I due militari sono ricoverati all’ospedale di Pescara con prognosi di 35 e 45 giorni e dovranno essere sottoposti a intervento chirurgico. Dopo mezz’ora di inseguimento hanno fermato il conducente, un 53enne residente a Monza, che deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale aggravata e continuata e lesioni personali gravissime. La Punto, notata sulla riviera di Montesilvano, è stata inseguita fino a via Vestina dove ha urtato due auto parcheggiate, poi ha speronato la gazzella dei carabinieri, finita contro la colonnina di un distributore di gas. Dopo la folle corsa il 53enne, a Marina di Città Sant’Angelo, ha parcheggiato vicino al casello dell’A14 e in taxi è andato in un hotel della zona dove poi è stato rintracciato dai carabinieri Questi ultimi poco prima avevano trovato l’auto abbandonata dall’uomo.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Montesilvano: carabinieri speronati finiscono in ospedale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*