Moglie schiavizzata, arrestato marocchino ad Avezzano

E’ accusato di aver ridotto la moglie in schiavitù e di aver picchiato anche la figlia neonata. Arrestato un 31enne marocchino ad Avezzano.

Dopo aver subito soprusi e angherie la donna si è ribellata e si è rivolta al Centro antiviolenza della Croce rossa, trovando il coraggio anche della denuncia alle forze dell’ordine. Il marocchino è finito in carcere accusato di violenza fisica e morale e di
maltrattamenti nei confronti della moglie e della figlia neonata. Avrebbe sottomesso la moglie costringendola a togliergli le scarpe, a lavarlo e spogliarlo. In caso di rifiuto volavano insulti e minacce di morte. Alla moglie avrebbe anche trattenuto lo stipendio. Le violenze anche fisiche sarebbero avvenute anche durante la gravidanza, e avrebbe picchiato infine anche la bimba neonata.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Moglie schiavizzata, arrestato marocchino ad Avezzano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*