Miglianico: truffa dello specchietto con lo spray, raggirato 80enne

Un 80enne di Ari è rimasto vittima della truffa dello specchietto rotto a Miglianico, lungo la fondovalle. La nuova evoluzione del raggiro è ora l’utilizzo di un grasso spray.

L’anziano ha raccontato di aver sorpassato con la sua panda una golf bianca che procedeva lentamente sulla fondovalle Dentalo. L’uomo ha detto di aver avvertito un leggero rumore durante il sorpasso e di essere stato successivamente fermato dal conducente della stessa golf bianca, che gli ha mostrato lo specchietto danneggiato della sua auto. L’ottantenne aveva con sé soltanto 50 euro e il truffatore, un uomo ben vestito e dall’apparenza distinta, si è accontento di quel poco che è riuscito a spillare alla sua ignara vittima, per poi andar via.

Un altro anziano ha raccontato ai carabinieri di essere stato fermato con la stessa modalità, ma il suo truffatore si è dileguato, quando la vittima ha espresso la volontà di chiamare le forze dell’ordine.

Si tratta dunque di nuovi episodi di truffe col trucco del finto specchietto rotto, che ora, denunciano i carabinieri, si è evoluto con una nuova tecnica: un grasso spray che viene spruzzato sulla carrozzeria dell’auto della vittima per simulare il danno da contatto, ma che, a un occhio attento e soprattutto al tatto, rivela l’inganno.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Miglianico: truffa dello specchietto con lo spray, raggirato 80enne"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*