Meteo Abruzzo, ultimo giorno di… inferno?

Per l’esperto meteo, in Abruzzo restano ancora poche ore di caldo africano. Nel fine settimana la situazione si evolverà.

 

“Il flusso di correnti meridionali provenienti dall’entroterra algerino tende ulteriormente ad intensificarsi, complice l’azione di una vasta circolazione depressionaria in azione tra le Isole Britanniche e la Penisola Scandinava che favorisce anche una ulteriore rimonta di un promontorio di alta pressione di matrice nord africana verso le nostre regioni centro-meridionali”, spiega Giovanni De Palma di Abruzzometeo

Di conseguenza restano alte le temperature soprattutto sul settore centro-orientale della nostra Regione a causa dei venti di libeccio (Garbino) che soffierà con forti raffiche sulle zone montuose e nelle principali valli del versante orientale (Val Vomano, Val Pescara e Val di Sangro).

Da oggi, venerdì, gradualmente la situazione inizierà a cambiare perché il promontorio di alta pressione tenderà ad attenuarsi e a spostarsi verso levante, complice l’avvicinamento di perturbazioni atlantiche che, nel fine settimana, attraverseranno la nostra Penisola, favorendo un marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulla nostra Regione con rovesci e temporali anche di forte intensità. Attesa anche una generale e sensibile diminuzione delle temperature.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Meteo Abruzzo, ultimo giorno di… inferno?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*