Martinsicuro: sequestrate nasse per la pesca delle seppie

La guardia costiera di Giulianova ha sequestrato diverse nasse utilizzate per la pesca delle seppie sotto costa a Martinsicuro.

Si tratta di un’operazione che serve a scongiurare la pesca selvaggia in un periodo dell’anno in cui le seppie si spingono sotto costa per deporre le uova. La capitaneria sottolinea l’importanza di azioni mirate lungo tutta la costa teramana, per far rispettare le norme che regolano le attività in mare.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Martinsicuro: sequestrate nasse per la pesca delle seppie"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*