Martinsicuro: dipendenti Veco occupano il Comune

martinsicuro-veco

A Martinsicuro i dipendenti della storica fonderia Veco occupano il Comune in segno di protesta contro il reiterato rinvio della conferenza dei servizi per il rinnovo dell’aia, l’autorizzazione integrata ambientale.

La situazione è sempre più ingestibile e le continue diffide e pastoie burocratiche rischiano di portare alla chiusura un’azienda che occupa 75 dipendenti.

“La situazione è insostenibile”, ha dichiarato Giampiero Dozzi della Fiom Cgil. “A giugno, in seguito ad una diffida, l’azienda si è trovata a dover bloccare l’attività. Poi c’è stata la sospensione della diffida per 90 giorni, ma a settembre è arrivato un nuovo stop. Restava un’attività residuale per tenere in sicurezza i forni, mentre adesso è tutto fermo. Fino ad oggi la ditta ha assicurato gli stipendi ma ora è in sofferenza. Abbiamo bisogno di capire come si sblocca la situazione”.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Martinsicuro: dipendenti Veco occupano il Comune"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*