Maiella e Morrone, verso lo sciopero

protestamajellamorrone

Stipendi fermi all’acconto di settembre. Nell’assemblea, il personale dell’azienda consortile Maiella e Morrone valuta nuove forme di mobilitazione.

Tra di esse anche lo sciopero, che nel loro campo assume le connotazioni drammatiche dell’ “Interruzione di pubblico servizio”, con conseguenze anche penali nei confronti degli operatori aderenti. Ma la disperazione nel non vedere soluzioni certe all’orizzonte potrebbe prevalere tra i 63 dipendenti, in gran parte madri di famiglia, che hanno fatto il punto in una riunione svoltasi a San Valentino, presenti oltre al Sindaco anche i primi cittadini di Sant’Eufemia a Maiella e Turrivalignani.

Il capogruppo regionale di Forza Italia Lorenzo Sospiri ha chiesto una nuova seduta straordinaria del Consiglio regionalementre il consigliere Leandro Bracco ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Maiella e Morrone, verso lo sciopero"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*