Maccaferri Castilenti, confermata la chiusura: 42 a casa

Firmato stamani il verbale di accordo in Provincia: la Maccaferri di Castilenti chiude, 42 dipendenti a casa.

Sottoscritto questa mattina alla presenza del presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino il verbale di accordo sulla cessazione di attività del polo produttivo di Castilenti del gruppo Maccaferri. I 42 operai andranno per un anno di cassa integrazione straordinaria e successivamente in mobilità. La vertenza resta comunque all’attenzione di Provincia e Regione anche per verificare l’interesse di altri gruppi al sito industriale in dismissione a Castilenti. Per Di Sabatino è “una ipotesi allo stato non remota considerato l’alto livello di qualità e la specificità dei manufatti prodotti (geosintetici per la stabilizzazione dei versanti)”. La Maccaferri ha reso noto di essere “disponibile a ricollocare il personale, sulla base di richieste volontarie, in altre aziende del gruppo: sia in Italia, a Zola Predosa (Bologna) sia all’estero.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Maccaferri Castilenti, confermata la chiusura: 42 a casa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*