L’Aquila: terremoto, progetto di legge su premio di laurea

vittime-casa-studente-laquila07/04/2012 L'Aquila. La città a tre anni dal sisma. Nella foto la casa dello studente, dove hanno perso la vita numerosi giovani

L’Aquila: presentato il progetto di legge sull’istituzione del premio di laurea “Gli angeli della casa dello studente”.

A proporlo è stato il consigliere del gruppo misto Leandro Bracco, che ha dichiarato: “Il 6 aprile 2009 è una data che nessun Aquilano, nessun Abruzzese, nessun Italiano potrà mai dimenticare. Alle ore 3.32 di quel giorno nefasto 309 persone persero la vita, a causa di uno dei terremoti più devastanti che abbiano mai colpito l’Italia. Questo terribile sisma ha strappato per sempre madri, padri, figli e figlie all’amore dei propri cari, provocando negli stessi una ferita che mai si rimarginerà”.

Fra le 309 vittime del sisma, Bracco ha voluto soffermarsi soprattutto sui ragazzi periti nel crollo della casa dello studente, a L’Aquila per studiare e per costruirsi un futuro, spezzato purtroppo dalla tragedia del 6 aprile 2009. Con la presentazione di questo disegno di legge, si intende istituire il premio di laurea “Gli angeli della casa dello studente”, intitolato proprio alla memoria delle persone perite nel crollo della casa dello studente.

“Ritengo che il modo migliore per onorare e ricordare queste giovani vite tragicamente stroncate sia quello di dare la possibilità ad altri studenti di vedere premiati il proprio impegno e i propri risultati accademici”, ha sottolineato Bracco, “con un premio che vuole essere un contributo a quegli studenti meritevoli che, in memoria dei loro colleghi defunti, possano proseguire e concludere il percorso di studi per altri tragicamente interrotto”.

Il premio distribuirà annualmente una somma complessiva di 8.000 euro che verrà consegnato alle otto tesi di laurea (otto come il numero delle vittime decedute nel crollo della casa dello studente), che verranno dichiarate vincitrici in particolare per la facoltà di ingegneria informatica e automatica (in memoria di Luca Lunari), ingegneria edile (in memoria di Angela Antonia Cruciano), medicina e chirurgia (due premi in memoria di Luciana Pia Capuano e Husein Hamade), ingegneria gestionale (in memoria di Davide Centofanti), scienze della formazione e del servizio sociale (in memoria di Francesco Esposito), informatica (in memoria di Alessio Di Simone), scienze psicologiche applicate (in memoria di Marco Alviani). Ogni vincitori riceverà la somma di 1.000 euro.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: terremoto, progetto di legge su premio di laurea"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*