L’Aquila: spuntano i funghi sui balconi del progetto Case

L'Aquila sequestro balconi progetto Case dopo crollo

L’Aquila: dopo il crollo, ora spuntano anche i funghi sui balconi del progetto Case, così come riscontrato dal Nipaf e dalla polizia giudiziaria del corpo forestale dello Stato.

Tutto è partito dall’indagine relativa alla stabilità dei balconi di 260 appartamenti del progetto Case di Sassa, Arischia, Cese di Preturo, Collebrincioni e Coppito, a seguito del primo crollo dei balconi, avvenuto il 2 settembre del 2014; un evento per cui sono state chiuse le indagini preliminari a carico di 37 persone con le accuse a vario titolo di truffa aggravata ai danni dello Stato per 18 milioni di euro, frode nelle pubbliche forniture e falso in atto pubblico.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: spuntano i funghi sui balconi del progetto Case"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*