L’Aquila: Poste, no al ritorno in centro

teramo-rapina-alle-posteposte1

L’Aquila: Poste, no al ritorno in centro. Poste Italiane ha risposto alla lettera del sindaco Cialente che sollecitava il ritorno degli uffici in piazza Duomo.

Poste Italiane ha bocciato l’ipotesi di un ritorno dell’ufficio centrale , che ora è ubicato ad Acquasanta, in piazza Duomo venduti alla Servizi generali a terzi srl , committente dei lavori. il sindaco de L’Aquila Massimo Cialente aveva scritto il 24 giugno scorso a Poste Italiane  per chiedere di tornare nel cuore della città colpita dal sisma del 6 aprile del 2009 e dove sono aperti diversi cantieri per la ricostruzione. La risposta alla missiva del primo cittadino è arrivata ieri . In essa si spiegano i motivi del diniego al trasferimento dovuti a problematiche di tipo strutturale che non è stato possibile risolvere . Il Sindaco infuriato parla di ” cosa vergognosa ” ricordando che mentre tutte le istituzioni hanno mostrato solidarietà restando in città Poste ha venduto il palazzo in centro promettendo che l’ufficio sarebbe tornato in centro ed ora invece ci ha ripensato. Il primo cittadino chiede ulteriori spiegazioni dai vertici di Poste Italiane ed annuncia che se sarà necessario chiederà l’intervento del Ministro. Il Comune intanto non sembra intenzionato a concedere la variazione di destinazione d’uso dell’edificio da direzionale a residenziale.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: Poste, no al ritorno in centro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*