L’Aquila: Porta Barete diventa dello Stato

Notificati ai condomini del civico 207 i decreti di immissione in possesso delle aree a favore della Sovrintendenza. Adesso il Comune de L’Aquila su Porta Barete può partire con il progetto di recupero.

Con la formalizzazione del passaggio allo Stato dell’area interessata dal progetto (il tratto delle mura civiche e l’area di Porta Barete), la Sovrintendenza Unica segna un altro tassello nella direzione della riqualificazione e valorizzazione storico archeologica dell’area. Adesso il decreto potrà essere opposto dai condomini “resistenti” del civico 2o7, ma senza grosse chanches, alla luce delle recenti decisioni del Tar che ha riconosciuto “l’interesse pubblico, tutelato dalla verifica dell’importante interesse culturale del bene interessato”. Il progetto -ha ricordato l’assessore alla ricostruzione del Comune de L’Aquila Piero Di Stefano- sarà presentato nei prossimi giorni, e prevede un camminamento ininterrotto da Viale della Croce Rossa fino a Porta Barete.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: Porta Barete diventa dello Stato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*