L’Aquila: “Operazione periferie sicure”, un arresto per droga

A L’Aquila la polizia ha arrestato un giovane marocchino per detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio, nell’ambito dell’operazione periferie sicure.

All’operazione hanno preso parte il personale della squadra volante, del reparto prevenzione crimine di Pescara e un’unità cinofila della questura di Pescara.

Tutto è avvenuto nel pomeriggio di martedì 16 gennaio, quando le forze dell’ordine hanno notato tre ragazzi di origine straniera, che, aggirandosi con fare sospetto nei pressi del terminal bus di Collemaggio, alla vista della polizia si sono allontanati velocemente in direzione dei giardinetti antistanti il terminal.

Gli agenti, insospettiti dall’atteggiamento dei ragazzi, hanno proceduto a un controllo, avvalendosi di un’unità cinofila: uno dei tre giovani, trovato in possesso di 35 grammi di hashish, è stato pertanto arrestato. L’udienza di convalida dell’arresto si terrà oggi.

Analogo servizio nell’ambito dell’operazione periferie sicure è stato svolto anche ad Avezzano e Sulmona, con l’impiego di unità speciali insieme a personale dell’arma dei carabinieri e della guardia di finanza: sono state così identificate numerose persone, controllati svariati veicoli ed elevate contravvenzioni al codice della strada e rilevate violazioni amministrative nei confronti di alcuni esercizi pubblici.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: “Operazione periferie sicure”, un arresto per droga"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*