L’Aquila: la Casa delle donne apre le porte alla città

casadonneaq

L’Aquila: la Casa delle donne apre le porte alla città  in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. La struttura era stata inaugurata  lo scorso 7 novembre.

Nei bei locali di via Colagrande, nel quartiere del Torrione, sono ospitati il Centro Antiviolenza, l’associazione TerreMutate e una biblioteca con oltre 5 mila volumi. Una sede accogliente e confortevole ma ancora provvisoria.  Quella definitiva , che sorgerà nei locali dell’ex orfanotrofio, a Collemaggio , sarà pronta nel 2017, quando saranno ultimati i lavori di ristrutturazione finanziati con i 3 milioni di euro dei fondi Carfagna, stanziati subito dopo il terremoto per il sovvenzionamento di attività e progetti sociali. Gli ultimi dati dell’Istat dicono che in Italia circa 7 milioni di donne hanno subito, nella loro vita, violenza fisica o psicologica: una donna su tre nella fascia di età compresa tra 16 e 60 anni. E l’Unicef ricorda un altro dato allarmante: una ragazza sotto i 20 anni su dieci è stata violentata o costretta a subire atti sessuali. Nella biblioteca intitolata a Donatella Tellini, figura storica della cultura e del movimento femminista aquilano, sono ospitati oltre 5 mila volumi, alcuni dei quali raccolti grazie a donazioni e lasciti importanti, come quello della famiglia di Miriam Mafai.
Il servizio sulla apertura della Casa delle donne alla città:

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: la Casa delle donne apre le porte alla città"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*