L’Aquila: Collemaggio, il tour dell’indulgenza

porta santa copia

Un breve camminamento in totale sicurezza all’interno della Basilica di Collemaggio, entrando dalla Porta Santa e con uscita da una piccola porta sulla facciata centrale. Questa è la novità principale della Perdonanza celestiniana.

Novità importante soprattutto per i fedeli che potranno ricevere l’indulgenza plenaria e avere il tempo e la possibilità anche di osservare la basilica tanto amata e vedere con i proprio occhi lo stato dei lavori di restauro che L’Eni, il colosso dell’energia, ha finanziato per 12 milioni di euro. Lavori che saranno conclusi, secondo il programma, il 25 dicembre del 2017. ma prima del’arrivo di quel Natale speciale, la basilica si prepara ad accogliere i fedeli della Perdonanza. Dopo la stagione dei debiti e anche delle inchieste giudiziarie che hanno portato discredito sulla manifestazione più importante dell’Aquila, il Comitato Perdonanza lavora ogni anno senza sosta alla ricerca di finanziamenti.

L’appello è agli sponsor, a farsi avanti, soprattutto a quelle imprese della ricostruzione che a fronte di lavori di milioni di euro potrebbero donarne poche migliaia per rendere più bella e più ricca la Perdonanza celestiniana. Come fece, ad esempio, in una precedente edizione, l’imprenditore edile Gabriele Gravina, che mise in sicurezza la Porta Santa facendo risparmiare al Comune 40mila euro.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: Collemaggio, il tour dell’indulgenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*