L’Aquila, avvocato derubato e raggirato dalla colf

poliziapolizia

A L’Aquila un avvocato molto noto in città è rimasto vittima di una serie di furti. Indagata la colf (aquilana) e il personale di tre “Compro Oro”

Sono sette gli indagati dalla Procura de L’Aquila a seguito dell’informativa della Squadra Mobile del capoluogo che indaga su una serie di raggiri di cui è stato vittima un noto professionista aquilano in pensione, in servizio per anni all’Avvocatura dello Stato. Il legale sarebbe stato a più riprese derubato dalla colf, della quale si fidava al punto da darle accesso ad una cassetta di sicurezza. Scomparsi, a più riprese, molti preziosi di proprietà dell’Avvocato, che la colf (un’aquilana di 58 anni) rivendeva a tre “Compro Oro”. In questi negozi -ritengono gli investigatori- i titolari e i commessi erano al corrente della provenienza furtiva dei gioielli: ben sei di essi sono stati denunciati per ricettazione. Più gravi le accuse per la donna, che ha iniziato a collaborare tuttavia alle indagini confessando i fatti e riconsegnando parte della refurtiva.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, avvocato derubato e raggirato dalla colf"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*