Lanciano: rissa in campo, aggredito poliziotto-portiere

Un pareggio di 1-1 nel derby frentano Real-Stilottica, squadre del calcio amatori entrambe di Lanciano, innesca la rissa tra giocatori: ad avere la peggio il poliziotto-portiere dello Stilottica.

Il 45enne, agente di polizia penitenziaria del carcere, si è preso calci e pugni, finendo all’ospedale con due costole rotte, lesioni all’orecchio e 20 giorni di prognosi.

A innescare la miccia della rissa nella finale del campionato amatori, disputata a Villa delle rose, è stata proprio l’esultanza del poliziotto-portiere per il pareggio di 1-1 a 40 secondi dalla fine della partita, risultato che ha consentito allo Stilottica di vincere contro il Real. I gesti di esultanza del portiere sono stati però equivocati, tanto che in un attimo si è scatenato il parapiglia e il malcapitato è stato preso a botte sotto gli occhi sconcertati e impotenti della moglie e delle due figliolette del poliziotto, impossibilitate a intervenire dagli spalti.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Lanciano: rissa in campo, aggredito poliziotto-portiere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*