Lanciano: quattro condanne per rapine ad anziani

Condannati i quattro malviventi di Lanciano, arrestati lo scorso 13 marzo con l’accusa di rapina e maltrattamenti ad anziani tra gennaio e febbraio scorsi.

Il gup  del tribunale frentano, Marina Valente, ha inflitto cinque anni di reclusione ciascuno con rito abbreviato ai 28enni Gessica Roberta Angelucci e Mauro Renato Cupido; quattro anni di pena sono invece andati a Tomassina Ranalli, 27enne moglie di Cupido, e Pasquale Aitoro, 39enne. Il pm Rosaria Vecchi aveva invece chiesto pene comprese tra sette e sei anni.

Le accuse principali mosse ai quattro sono le aggressioni con martello e con una torcia elettrica ai danni di due pensionati maschi, rimasti feriti e sanguinanti e derubati di una giacca di lana e 50 euro.

Le difese preannunciano ricorso in appello.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Lanciano: quattro condanne per rapine ad anziani"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*