Pensioni pagate a metà? Proteste alle Poste di Lanciano

Per smaltire la coda e far fronte alla temporanea mancanza di contante, alle Poste di Lanciano in Via del Mare la proposta di pagare le pensioni in due tranches: panico tra gli anziani in fila.

Momenti di tensione nella tarda mattinata di ieri nell’ufficio postale di Via Del Mare, dove -vedendo a ridosso dell’ora di chiusura tanti anziani ancora in coda, e per far fronte ad una solo momentanea carenza di contante- la direzione ha proposto una soluzione poco gradita ai pensionati che erano in attesa: “Paghiamo in due giorni (per i casi di pensioni doppie) o, se preferite, potete prelevare una metà dell’importo al Banco Posta fuori dall’edificio”. Nessuna delle due soluzioni ha però trovato consenso tra gli utenti in fila, ancora tanti, alcuni dei quali incolonnati dall’alba davanti all’ufficio, per riscuotere la pensione. Sono anzi cresciuti i malumori: qualcuno ha iniziato a sospettare che le pensioni non potessero essere pagate… e quindi la proposta è naufragata dopo pochi minuti. Pagamenti integrali e contanti per tutti, anche se con una attesa supplementare, hanno sedato l’accenno di “rivolta”. “Il problema” -hanno spiegato dalla direzione dell’ufficio- “è capitato perché quest’anno le pensioni sono state erogate dall’Inps il 4 gennaio, invece che il 2, determinando in molti uffici postali un lunedì quasi ingestibile, con pensionati in coda sin dall’alba”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pensioni pagate a metà? Proteste alle Poste di Lanciano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*