Lanciano, Maio in crisi? Lavoratori senza stipendi

Aperta la vertenza di UIL Trasporti in due aziende degli ex patron del Lanciano Maio. Dipendenti senza stipendi da 3 mesi

Dichiarato lo stato di agitazione, in particolare, per le aziende del gruppo che si occupano del trasporto dei rifiuti speciali e ospedalieri. “A fronte di ritardi nell’erogazione degli stipendi e intensificazione dei carichi di lavoro” -sottolinea la UIL Trasporti- “l’azienda continua a prender tempo ed inoltre si parla di possibili cessioni di rami di azienda”. Tali trattative, emerse a margine delle vicende della Virtus Lanciano, “non sono state finora comunicate ai lavoratori, come prevede il codice civile”. Di qui le forti preoccupazioni da parte di lavoratori e sindacati, che hanno interessato alla vertenza anche il prefetto di Chieti.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Lanciano, Maio in crisi? Lavoratori senza stipendi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*