Lanciano, ambulanti africani ricacciati sui treni

Blitz di Vigili Urbani, Carabinieri e Polizia alla stazione di Lanciano: ambulanti africani fermati all’arrivo in città e fatti ripartire sul treno.

L’operazione congiunta è stata disposta soprattutto con lo scopo di scoraggiare il fenomeno dell’accattonaggio e dei parcheggiatori abusivi. Ma anche i “vu cumprà” sono stati oggetto dell’attenzione delle forze dell’ordine. Una cinquantina le persone che sono state identificate, in gran parte immigrati regolari nigeriani che fanno gli ambulanti, i quali comunque hanno “perso una giornata di lavoro” perché sono stati fatti risalire sui treni, in quanto non possono vendere in città. A coordinare le operazioni la Questura di Chieti, che ha organizzato a supporto degli agenti in divisa anche un più discreto impiego di agenti in borghese per le vie del centro. Si tratta evidentemente di una prima risposta da parte delle autorità di pubblica sicurezza alle numerose segnalazioni da parte dei cittadini per il dilagare del fenomeno dell’accattonaggio e dei parcheggiatori abusivi che usano metodi fin troppo… insistenti per chiedere soldi.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Lanciano, ambulanti africani ricacciati sui treni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*