Lanciano: 89enne muore in strada per un malore

ambulanza

A Lanciano un 89enne si accascia in strada e muore tra i passanti che tentano invano di soccorrerlo.

Tutto è accaduto nel quartiere Olmo di Riccio, all’incrocio con via Napoli nei pressi della scuola elementare e materna del quartiere intorno alle 12,40 di ieri, quando l’ottantanovenne Giuseppe Aruffo, professore di ginnastica in pensione, si è improvvisamente accasciato a terra, battendo la testa.

Il primo a soccorrere il pensionato è stato un passante che ha allertato il 118. Un’infermiera dell’ospedale Renzetti, che si trovava casualmente sul posto, ha tentato di rianimare l’anziano professore, praticandogli un massaggio cardiaco, poi continuato dai sanitari del 118, che hanno anche utilizzato il defibrillatore durante le operazioni di soccorso, senza tuttavia sortire alcun esito.

Per Aruffo non c’è stato purtroppo nulla da fare. Il corpo dell’uomo, privo di vita e accasciato in strada, è stato coperto da un telo verde in attesa dell’arrivo dei carabinieri, che hanno provveduto ad avvisare i parenti dell’uomo.

Sembra che il professore, residente a Santa Giusta, soffrisse di cuore e che la morte sia sopraggiunta per arresto cardiaco.

I funerali dell’uomo, sposato e padre di quattro figli, si terranno alle 15,30 di oggi pomeriggio nella chiesa Sacro Cuore.

Sii il primo a commentare su "Lanciano: 89enne muore in strada per un malore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*