Lanciano: 8 mila firme contro l’inceneritore

inceneritore1inceneritore1

Lanciano: 8 mila firme contro l’inceneritore raccolte in circa un mese in val di Sangro.

Lanciano: 8 mila firme contro l’inceneritore sono state raccolte dal comitato di cittadini che si oppone alla realizzazione di un termovalorizzatore in Val di Sangro. A dire no all’impianto sono i residenti dei comuni di Sant’Eusanio, Perano, Lanciano, Castel Frentano, Casoli ed Altino. La petizione popolare è avvenuta divulgando anche  un volantino in scuole, centri commerciali ed aziende per spiegare in cosa consiste il progetto e perchè non lo vogliono. A  questa iniziativa ha fatto seguito anche una riunione a Lanciano nel corso della quale è stata ribadita la contrarietà ad impianti ritenuti dannosi per la salute pubblica. E’ stato spiegato che l’impianto da 26 megawatt che dovrebbe essere realizzato tra Lanciano e Sant’Eusanio del Sangro  tratterebbe rifiuti di tutti i tipi e quindi anche tossici e speciali e questo, secondo le associazioni ambientaliste e gli esperti a cui è stato chiesto un parere tecnico ,  contribuirebbe al peggioramento delle condizioni di vita in quell’area geografica. Il comitato anti inceneritore propone ,invece.  un ciclo virtuoso di rifiuti con riutilizzo dei materiali riciclati .

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Lanciano: 8 mila firme contro l’inceneritore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*