L’Abruzzo protagonista della salvaguardia del fratino

uccello-fratinouccello-fratino

Anche l’Abruzzo aderisce alla giornata nazionale del fratino, promossa in tutta Italia dal comitato nazionale per la conservazione del fratino e in programma nei prossimi giorni. La nostra regione sarà protagonista della campagna per la salvaguardia del piccolo volatile, nidificante sulle spiagge europee.

Le iniziative previste per l’occasione faranno tappa il 12 maggio nella riserva regionale della lecceta di Torino di Sangro, il 13 maggio nell’area del vastese e nella riserva regionale del Borsacchio, il 14 maggio a Martinsicuro e a Pescara, il 15 maggio a Pineto, il 16 maggio ad Alba Adriatica e Tortoreto e il 17 maggio a Giulianova.

Per tutelare il fratino, specie in forte decremento e a serio rischio di estinzione, a causa delle difficoltà riproduttive che incontra lungo le spiagge dove depone le uova, l’area marina protetta Torre di Cerrano, il Wwf Teramo e i volontari della riserva naturale del Borsacchio hanno lanciato tre diverse iniziative che interesseranno soprattutto la costa teramana. I dati rilevati con i censimenti negli ultimi quattro anni dimostrano infatti che la nidificazione del fratino avviene in maggioranza all’interno di aree protette costiere che in provincia di Teramo sono la riserva regionale del Borsacchio e l’area marina protetta Torre di Cerrano: una ragione in più per prestare particolare attenzione alle attività di pulizia delle spiagge, avvalendosi della collaborazione dei comuni.

La partecipazione agli eventi, che si svolgeranno in collaborazione con l’associazione delle guide del Cerrano, è gratuita e aperta a tutti e consentirà di acquisire crediti per il corso guide del Borsacchio.

Sii il primo a commentare su "L’Abruzzo protagonista della salvaguardia del fratino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*