Inps Penne e Sulmona: non saranno declassate

Le sedi Inps di Penne e Sulmona non saranno declassate. Lo ha annunciato il presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso dopo l’incontro con il Dg Gabriella Di Michele.

Nell’incontro di oggi pomeriggio a Roma sono state affrontate le due posizioni dopo le preoccupazioni sollevate dalle amministrazioni comunali interessate. Secondo il direttore generale Di Michele, Penne continuerà a rimanere sede di “Agenzia territoriale” con sei dipendenti interni e, contestualmente, saranno potenziati i servizi con l’inserimento di alcune prestazioni, come l’effettuazione in loco delle visite delle commissioni mediche per l’invalidità civile. Il Comune di Penne si è impegnato, però, a concedere in comodato i locali per ridurre i costi di gestione all’Istituto. Per quanto riguarda l’Agenzia complessa di Sulmona, la sede non verrà declassata, ma il presidente Luciano D’Alfonso, insieme con l’Amministrazione comunale, si è impegnato a individuare una soluzione per gli oneri della sede.

“E’ stato un risultato importante – ha detto il presidente Luciano D’Alfonso – abbiamo evitato che due sedi storiche e importanti per il territorio potessero essere declassate nel nome della spending review; Penne continuerà a rimanere agenzia territoriale a tutti gli effetti e i suoi servizi saranno potenziati; a Sulmona lavoreremo invece per confermare i servizi dell’agenzia complessa che svolge un ruolo importante per il circondario peligno”. Il direttore generale Di Michele sarà in Abruzzo nelle prossime settimane per sottoscrivere il protocollo d’intesa con Regione e Comuni interessati.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Inps Penne e Sulmona: non saranno declassate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*