Incidente Martinsicuro, dimesso… e arrestato l’inglese ubriaco

E’ passato dall’ospedale al carcere di Teramo l’inglese ubriaco alla guida, che provocò l’incidente a Martinsicuro sulla Adriatica, in cui persero la vita due marittimi.

Stephen Collins in carcere era piantonato da sabato 19 dicembre, dopo aver riportato le conseguenze meno gravi tra le persone coinvolte nell’incidente di qualche ora prima a Martinsicuro, un frontale tra l’Audi che aveva noleggiato all’Aeroporto di Bologna e la Peugeot a bordo della quale hanno invece perso la vita  Graziano Battistelli e Marco Iampieri, i due marittimi di Tortoreto e Alba Adriatica che quella notte stavano andando a lavorare al porto di San Benedetto del Tronto. Ricoverato in ospedale per le ferite a sua volta riportate, il britannico è risultato positivo all’alcol-test (sei volte oltre il limite di legge), ed anche la dinamica dell’incidente ha consentito al PM Laura Colica di contestargli l’omicidio colposo plurimo aggravato. Il provvedimento del Gip Roberto Veneziano gli ha aperto le porte del carcere di Castrogno, non appena le condizioni di salute lo hanno consentito. In attesa dell’approvazione definitiva della legge sull’omicidio stradale, Collins, con l’attuale normativa, rischia una pena fino a 15 anni di reclusione. Nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’uomo ha detto ai magistrati di non ricordare nulla di quella notte.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Incidente Martinsicuro, dimesso… e arrestato l’inglese ubriaco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*