Inchiesta Castrum Giulianova, nuove perquisizioni

Non si ferma l’attività degli investigatori per l’inchiesta Castrum a Giulianova. La Gdf perquisisce gli studi di altri professionisti  e imprenditori.

Anche nelle ultime ore sono proseguite le perquisizioni degli investigatori della Guardia di Finanza per l’inchiesta Castrum su presunte tangenti per appalti pubblici del Comune di Giulianova e della ASL, che ha portato martedì scorso a 8 arresti. Stavolta le acquisizioni documentali hanno riguardato almeno quattro posizioni di indagati (professionisti e imprenditori) a carico dei quali non è stata disposta la misura cautelare. Ma si tratta di materiale particolarmente utile a chiarire e a offrire ulteriori elementi investigativi su quello che che -secondo la Procura di Teramo- emerge come un consolidato meccanismo corruttivo legato, in particolare, al ruolo della ormai ex dirigente comunale Maria Angela Mastropietro, già rimossa dal Sindaco Francesco Mastromauro per essere sostituita a breve da un nuovo funzionario. Si è intanto dimesso dall’incarico di presidente della “Giulianova Patrimonio” Filippo Di Giambattista, ai domiciliari. L’allontanamento dei funzionari pubblici dai ruoli per i quali sono stati coinvolti potrebbe contribuire anche ad una attenuazione delle misure cautelari a loro carico, scattate per il pericolo di reiterazione dei reati o di inquinamento delle prove. Valutazioni che spetteranno comunque al Gip Domenico Canosa nel corso degli interrogatori di garanzia che prenderanno il via nelle prossime ore

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Inchiesta Castrum Giulianova, nuove perquisizioni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*