Il Premio Nazionale delle Arti al Conservatorio di Pescara

Al Conservatorio di Pescara “Luisa D’Annunzio” nel fine settimana la XVI edizione del Premio Nazionale delle Arti per la sezione “strumenti a fiato e legni”.

Il Premio Nazionale delle Arti, nato al fine di far conoscere un settore, come quello dell’alta formazione artistica e musicale, nel corso degli anni è diventato il più significativo strumento di promozione del sistema, che racchiude le eccellenze presenti nelle Istituzioni artistiche e musicali.
Ad oggi il PNA, giunto alla sua XIV edizione, è riconosciuto quale principale mezzo di promozione, incentivazione e valorizzazione di tutte le forme di produzione artistica, rappresentando l’immagine e la tradizione italiana nel campo delle arti.
Il PNA rappresenta, da un lato, la qualità del lavoro svolto dai docenti e dagli studenti nelle Istituzioni, dall’altro una grande opportunità per i giovani e per il sistema Paese.
L’obiettivo, tenendo conto delle moderne esigenze culturali della società contemporanea, è principalmente quello di conservare e incentivare l’eccellenza delle tradizioni, puntando lo sguardo anche ai nuovi linguaggi artistici e alle nuove proposte dettate dall’innovazione, al fine di operare un avvicinamento al mondo del lavoro e delle professioni legate alla creatività.
Il concorso è rivolto a tutti gli studenti iscritti presso le Istituzioni AFAM (Accademie, Conservatori, ISIA, Arte drammatica e Accademia di Danza) e presso le Istituzioni private autorizzate a rilasciare titoli.

Il Conservatorio di Musica “L. D’Annunzio” di Pescara è sede designata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Dipartimento per la formazione superiore e la ricerca, Direzione Generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore, del concorso denominato “Premio Nazionale delle Arti” per la sezione “STRUMENTI A FIATO – LEGNI”. Il Concorso si terrà nei giorni 6-7-8 settembre 2019 presso l’ Auditorium del Conservatorio.
Il Concorso è articolato in due fasi: la prima fase preliminare ha visto la selezione tramite video dei migliori sette finalisti per ogni sezione strumentale e una fase finale che si terrà nei suddetti giorni presso il Conservatorio di Pescara. La giuria è nominata con decreto del MIUR su segnalazione dell’Istituzione organizzatrice.
“Dopo la sezione Pop/Rock del Premio, edizione dedicata alla memoria del M° Claudio Abbado, e la sezione Fisarmonica, saranno presenti i migliori studenti di clarinetto, fagotto, flauto, oboe e saxofono provenienti dai Conservatori e dagli ISSM italiani. Il Conservatorio di Pescara, Istituzione che vanta una lunga e prestigiosa tradizione proprio nei legni, fin dalla sua costituzione ha annoverato tra i suoi docenti musicisti e strumentisti di caratura internazionale come il M° Marco Costantini per il fagotto, il M° Angelo Persichilli per il flauto, il M° Gianfranco Pardelli per l’oboe.
Per dare lustro alla manifestazione e una visibilità non solo nazionale ma anche internazionale,  il Premio sarà impreziosito con la presenza di una Giuria che potesse proseguire idealmente la strada tracciata dai grandi docenti della tradizione del Conservatorio.
In Giuria strumentisti del calibro del M° Gustavo Núñez, Primo Fagotto della Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, in qualità di Presidente della giuria, il M° Calogero Palermo, Primo Clarinetto della Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam e il M° Salvatore Vella, Primo Flauto del Teatro V. Bellini di Catania.

Il direttore del Conservatorio Alfonso Patriarca ha tenuto a “ringraziare i componenti la Giuria che, a termine del concorso, hanno dato piena disponibilità per tenere una masterclass riservata ai partecipanti alla manifestazione e agli studenti del Conservatorio e il Presidente della Regione Abruzzo, dott. M. Marsilio, e il Sindaco della Città di Pescara, dott. C. Masci, per la concessione del patrocinio.
Il Conservatorio di Pescara non solo si è speso nella complessa organizzazione dell’evento ma per attuare la propria mission e valorizzare i giovani studenti offrirà una borsa di studio per ogni primo classificato di ogni sezione. Sono riuscito a coinvolgere delle realtà rilevanti nell’ambito musicale per il riconoscimento del talento e dell’impegno dei giovani concorrenti. Tra gli sponsor sono lieto di annoverare la ditta Daminelli e la ditta Andante e Rondò di Bergamo, l’Associazione FALAUT, il costruttore di ance per fagotto Miguel Puchol di Valencia (Spagna), la ditta Città della Musica di San Giovanni Teatino, il bar Dolceamaro di Pescara e la ditta Rustichella d’Abruzzo, la storica e leggendaria ditta Angelo Fabbrini di Pescara e l’Istituzione Sinfonica Abruzzese.
Da cornice alla manifestazione parteciperanno due tra le più importanti ditte costruttrici di fagotti e oboi: Berndt Moosmann di Waiblingen (Germania) e J. Püchner di Nauheim (Germania) che esporranno i loro strumenti e daranno la possibilità di testarli.
Un grande in bocca al lupo a tutti i concorrenti, con l’auspicio che questo Premio possa rappresentare solo il primo di una lunga serie di successi nel mondo musicale”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Il Premio Nazionale delle Arti al Conservatorio di Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*