Guardiagrele: salvati due coniugi escursionisti

Sono salvi per miracolo i due coniugi escursionisti di Casalincontrada, scivolati da un sentiero a Guardiagrele, nel parco nazionale della Maiella.

Tutto è accaduto nei pressi della cascata Bocca di Falco, nel territorio comunale di Guardiagrele all’interno del parco nazionale della Maiella. La donna ha messo un piede in fallo ed è scivolata giù dal sentiero e il marito, tentando di recuperarla, è rimasto aggrappato a un albero, sospeso nel vuoto.

A salvarli sono stati gli uomini del corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas) che li hanno recuperati con due “verricellate” di 70 metri l’una, avvalendosi di un elisoccorso.

Se la donna non fosse riuscita a frenare la caduta, aggrappandosi a erba e radici, sarebbe precipitata per diversi metri. Marito e moglie sono stati trasportati all’ospedale di Chieti per accertamenti.

Alle operazioni di recupero hanno partecipato anche i carabinieri, il personale del corpo forestale di Stato e della guardia di finanza.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Guardiagrele: salvati due coniugi escursionisti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*