Guardiagrele: lo chef stellato Peppino Tinari incanta l’Ecuador

Lo chef stellato Peppino Tinari, titolare del ristorante Villa Maiella di Guardiagrele, partecipa alla quarta edizione della fiera gastronomica Radici in Ecuador e incanta tutti con la battuta d’agnello.

Di rientro da Guayaquil, metropoli ecuadoriana, lo chef Tinari racconta la sua partecipazione al congresso di cucina che si è svolto in Sud America e a cui hanno preso parte 7 chef internazionali e 14 dell’Ecuador. Peppino Tinari, che a Guardiagrele dirige il ristorante stellato “Villa Maiella” insieme alla moglie Angela e ai figli Arcangelo e Pascal, ha rappresentato l’Italia e portato la cucina abruzzese in Ecuador, raccontando non solo la propria esperienza professionale ma anche prodotti regionali e italiani come l’olio extravergine d’oliva,  i formaggi e le erbe aromatiche.

“E’ stata un’esperienza memorabile, un vero e proprio incontro di culture, un modo non solo per portare la nostra cucina oltreoceano, ma anche uno strumento per me di conoscenza di una realtà in grande crescita”, ha raccontato Peppino Tinari. “Abbiamo visitato i mercati, gustato e usato nei nostri piatti frutti tropicali strepitosi e ottime verdure. Per le ricette d’autore io ho preparato l’agnello. Ho mostrato loro come pulirlo, sezionarlo e cucinarlo, dal quinto quarto nobile ai tagli più noti. Sono letteralmente impazziti per la battuta d’agnello!”

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Guardiagrele: lo chef stellato Peppino Tinari incanta l’Ecuador"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*