Giulianova, invalida per un gavettone: sarà risarcita

L’uomo che ha lanciato il secchio d’acqua e il proprietario dello stabilimento condannati. A Giulianova la donna resa invalida per un gavettone verrà ora risarcita.

A volte i gavettoni non hanno un effetto così divertente. Ne sa qualcosa la donna di Teramo vittima del caso divento anche giudiziario: riportò il distacco della retina a causa di una gelida secchiata d’acqua nell’estate cinque anni fa, che le provocò lo stato di invalidità permanente, per seri problemi alla vista. Ora la sentenza del giudice del tribunale civile di Teramo Carla Fazzini ha chiuso il processo con le condanne dell’uomo che tirò materialmente il gavettone (di Alba Adriatica) e del proprietario dello stabilimento (un imprenditore di Giulianova). Quest’ultimo, in particolare, è stato riconosciuto responsabile della mancata vigilanza, anche perché alcuni testimoni hanno riferito che quel giorno nello stabilimento era in corso una vera e propria “guerra di gavettoni”. I due condannati dovranno risarcire la vittima per un importo di 50 mila euro.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Giulianova, invalida per un gavettone: sarà risarcita"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*