Gdf sequestra articoli non sicuri per il carnevale a Vasto

Maxi operazioni della Guardia di Finanza con sequestro di oltre 6.650 articoli destinati al carnevale a Vasto e nel circondario.

Gli articoli erano privi dei previsti requisiti di conformità, sulla sicurezza e delle indicazioni di provenienza in violazione della normativa vigente. La Guardia di finanza di Vasto, coordinata dal superiore Comando Provinciale di Chieti, nell’approssimarsi della festa del Carnevale, ha intensificato l’attività di prevenzione e controllo sulla sicurezza dei prodotti ludici. Sono stati effettuati accessi, ispezioni e verifiche in numerosi esercizi commerciali nel basso vastese. In particolare l’operazione “Carnival protected 2” ha consentito di giungere al sequestro di oltre 6.650 articoli per il carnevale (tra cui costumi/accessori, maschere, parrucche e altro materiale ludico, come incensi e candele profumate, prive dei requisiti di conformità, sulla sicurezza e delle indicazioni di provenienza, stabiliti dal “Codice del consumo” D.Lgs. n. 206/2005).
Ii prodotti, che sul mercato avrebbero fruttato un ricavo di 20.000 euro, erano prevalentemente provenienti dal mercato asiatico e privi di indicazione riguardanti la composizione dei materiali utilizzati per la realizzazione, con etichette non contenti le informazioni considerate obbligatorie dalla normativa vigente, e pertanto sprovviste dei relativi certificati attestanti i test di sicurezza e del controllo sanitario, nonché le istruzioni ed avvertenze per l’uso.
L’esercente responsabile della violazioni di legge, un cittadino di nazionalità cinese, è stato segnalato alla Camera di Commercio di Chieti per l’applicazione delle sanzioni amministrative previste, oltre al provvedimento di confisca e distruzione dei prodotti ludici sequestrati.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Gdf sequestra articoli non sicuri per il carnevale a Vasto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*